Skip to content

JAKESANDLUND.COM

Jakesandlund

Rifiuti registro carico e scarico detentori mod a vidimazione


La Camera di Commercio competente per la vidimazione dei registri di carico e scarico è quella della provincia in cui ha sede legale l'impresa. La vidimazione dei registri di carico e scarico rifiuti deve essere effettuata dalla Camera di commercio territorialmente competente. Il Formulario. FONTI NORMATIVE Decreto Legislativo n. 4 del 16/01/ jakesandlund.com / Il REGISTRO CARICO E SCARICO RIFIUTI I registri sono tenuti presso ogni. I registri sono numerati, vidimati e gestiti con le procedure e le modalità fissate dalla normativa sui registri IVA. Gli obblighi connessi alla tenuta. I registri di carico e scarico rifiuti si possono vidimare solo alla Camera di Commercio come previsto dall'articolo 2 comma 24 bis del Decreto legislativo n.

Nome: rifiuti registro carico e scarico detentori mod a vidimazione
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 23.73 Megabytes

Rifiuti registro carico e scarico detentori mod a vidimazione

Informazioni, documentazione, modalità e costi per effettuare la vidimazione dei registri carico e scarico rifiuti Contenuto pagina Decreto Legislativo n. Il Decreto Legislativo n. La mancanza di numerazione comporterà tempi di consegna più lunghi.

Nel caso di utilizzo di registri di carico e scarico tramite procedure informatiche, l'impresa dovrà numerare progressivamente le pagine che costituiscono il registro e riportare su ciascuna pagina la denominazione ed il codice fiscale dell'azienda.

NOTA Dal 13 febbraio , data di entrata in vigore del Decreto Legislativo, la competenza - in via esclusiva - a vidimare i registri di carico e scarico rifiuti passa dall'Agenzia delle Entrate alle Camere di Commercio. L'Ufficio legislativo del Ministero dell'Ambiente il 13 febbraio scorso ha poi fornito alcuni chiarimenti per l'attuazione della norma, da cui si desume quanto segue: 1.

Come si individua la Camera di Commercio territorialmente competente? I registri di carico e scarico possono essere tenuti con modalità informatiche a condizione di rispettare la frequenza delle annotazioni stabilite dalla normativa.

I registri di carico e scarico sono composti da righe in genere 2 o 3 per foglio e da colonne. Ogni riga deve essere utilizzata per singola operazione di carico o di scarico e per singolo codice CER. Affinché il registro di carico e scarico sia completo è necessario che questo venga integrato con i formulari di identificazione rifiuti.

Nel caso di aziende, la cui sede legale non coincide con la sede ove sono stati prodotti i rifiuti, è necessario indicare i dati dell'unità locale ove è occorsa la produzione dei rifiuti. Si completa lo schema indicando il Codice Fiscale, identico alla Partita IVA per le società, mentre per le imprese individuali o per i privati, coincide con il codice fiscale del titolare o del privato che ha prodotto o detiene i rifiuti di cui necessita disfarsi.

Il numero di autorizzazione e la relativa data di inizio validità, sono obbligatori solo per le imprese dotate di autorizzazione per la gestione o produzione di rifiuti.

Sarà pertanto necessario indicare la ragione sociale del destinatario, indicando anche in questo caso, l'unità locale ove verranno conferiti i rifiuti, nel caso il destinatario abbia la sede legale diversa dall'unità locale.

Informazione > Focus On

Il codice fiscale, e il numero di autorizzazione rilasciato dagli enti preposti, corredato dalla data d'inizio validità della stessa.

PUNTO 3 - Trasportatore: Indicare la ragione sociale dell'impresa autorizzata ad eseguire il trasporto di rifiuti, indicando la sede legale, ed il numero di autorizzazione al trasporto rifiuti, con la data di inizio validità, rilasciata da una delle sezioni regionali o provinciali per le provincie autonome di Trento e Bolzano , e della data d'inizio validità.

Annotazioni: campo dedicato ad eventuali annotazioni di uno dei tre attori della filiera dei rifiuti: Es. Stato Fisico: barrare una delle quattro opzioni relative allo stato fisico del rifiuto: 1 Solido pulverulento; 2 Solido non pulverulento; 3 Fangoso palabile; 4 Liquido; Caratteristiche di pericolo: Indicare i nuovi codici di pericolo HP, come dal rapporto analitico redatto da un laboratorio chimico, che ha condotto i test necessari per verificare la tipologia di pericolosità del rifiuto; N.

Informazioni, documentazione, modalità e costi per effettuare la vidimazione dei registri carico e scarico rifiuti Contenuto pagina Decreto Legislativo n. Il Decreto Legislativo n.

La mancanza di numerazione comporterà tempi di consegna più lunghi.