Skip to content

JAKESANDLUND.COM

Jakesandlund

Come scaricare da tntvillage senza registrarsi


  1. I 10 migliori siti di torrent che funzionano DAVVERO a Maggio
  2. TNT Village chiuso: il sito di scambio file chiude definitivamente
  3. Migliori siti Torrent non bloccati e funzionanti | Maggio 2020
  4. File sharing

Ad oggi, è possibile e semplice scaricare dal sito attraverso una pagina apposita, liberamente utilizzabile da tutti (senza bisogno di registrazione o donazioni). Non c'è niente di meglio che scaricare un nuovo telefilm o un film da guardare con la famiglia e gli amici. In Italia, uno dei siti torrent più popolari è TNTVillage. Tuttavia, per accedere questa piattaforma, occorre registrarsi con un nome utente In questo modo, puoi scaricare tutti i tuoi file preferiti senza che. L'accesso a TNT Village è regolato da un form d'iscrizione. registrato) o su Registrati per la registrazione di un nuovo account. unico modo per accedere ai file Torrent da scaricare poi tramite un client desktop (uTorrent il più famoso). Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi. Attenzione: Volevamo chiarire che questo articolo non ha alcuna finalità di promuovere il download da Internet di contenuti protetti da copyright in. Prima di vedere come accedere a TNT Village, cerchiamo di capire cosa ci offre la ricerca, quindi solo scaricare i torrent non vi serve nessuna registrazione e accessibili senza alcuna limitazione da mezzanotte alle ore 9.

Nome: come scaricare da tntvillage senza registrarsi
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 55.77 MB

Tuttavia, per accedere questa piattaforma, occorre registrarsi con un nome utente e una password. Inoltre, sempre più fornitori di servizi internet in tutto il mondo stanno bloccando i siti torrent per ridurre al minimo le violazioni del copyright.

Per fortuna, se non vuoi creare un account su questo tipo di siti, esistono alternative che offrono gli stessi contenuti, se non di più, di TNTVillage. Usa Torrent in tutta sicurezza con NordVPN Anche se scaricare file non è illegale, è necessario avere il permesso del proprietario del contenuto.

Con una VPN, è possibile accedere ai siti tramite un server in un paese a tua scelta. Reindirizzando il traffico tramite un server VPN, i dati di navigazione diventano anonimi e, a loro volta, non rintracciabili.

Non resta ora che pigiare sul tasto Avanzate, per poi cliccare sul bottone DNS, da dove poi è possibile modificare a proprio piacimento i server DNS. In merito alla reale sicurezza delle reti VPN , invitiamo a prestare la massima attenzione alla serietà e alla credibilità della società su cui ricade la scelta.

I 10 migliori siti di torrent che funzionano DAVVERO a Maggio

Inoltre, consigliamo di aumentare la protezione del computer con uno dei migliori antivirus gratis presenti nel mercato, tra cui Avast Antivirus Free. A tal proposito, non va sottovalutata la nascita del Partito Pirata e degli incontri pubblici che sono seguiti e seguiranno alla data di fondazione del partito.

Critiche Per quanto si possa essere favorevoli o meno ai concetti che stanno alla base dello scambio etico, quello che la maggior parte degli utenti lamenta è che il portale è quasi sempre inacessibile in quanto l'eccessivo carico del server non consente troppe connessioni simultanee, per questo motivo, provando ad accedere ad orari "affollati" quindi escludendo le ore notturne , ci si troverà spesso a leggere l'odioso messaggio che non ci permette di accedere a meno che non facciamo una donazione di 5 Euro oppure siamo membri dello Staff o Releaser.

Chiedo se trattasi di un promemoria interno per chi visita questo sito oppure ha a che fare con altro, grazie. Mi vene fuori una schermata bianca con scritto in nero " Gateway time-out", ma esiste ancora questa pagina?

TNT Village chiuso: il sito di scambio file chiude definitivamente

Alessandro Nonostante io abbia donato le famose 5 Euro, non riesco ad entrare in nessun orario. Pertanto vorrei donare 5 euro per accedere al sito, come devo fare? E senza fini di lucro?

Allora che fate dopo alzate l ingresso chi versa per lo meno 15 euro? Cosa dovrebbero dire?

Vergognatevi, tenetevi il vostro scambio etico a pagamento e spero che perdiate tutti coloro che hanno permesso a Village di crescere.

Anche riguardo la donazione di 5 Euro per evitare di non poter accedere a qualsiasi ora, vi pare una cosa eccessiva?

Questo servizio era completamente open-source e permetteva agli utenti ricerche verso qualsiasi tipo di file, non solo MP3. Questo servizio fu creato per evitare gli stessi rischi legali corsi da Napster.

L'aspetto fondamentale che ha decretato il successo di questi programmi di condivisione, e che sta dietro la decentralizzazione, è dovuto al fatto che se anche una persona interrompe il collegamento non causa l'interruzione di tutti gli altri. Gnutella ha fatto tesoro delle difficoltà iniziali e grazie a questo il suo uso si è incrementato in modo esponenziale.

Con Napster e Gnutella si scontrano due modi diversi di condividere i file in rete. Gnutella è un servizio a protocollo aperto, decentralizzato e libero senza specifiche direttive, ma con una difficile scalabilità.

Napster, è un servizio a protocollo centralizzato nonostante la sua velocità e i grossi investimenti, non è stato comunque in grado di convincere l'industria discografica della sua importanza. Molti sistemi di file-sharing hanno comunque scelto una via di mezzo tra i due estremi; esempio tipo è la rete eDonkey , la più utilizzata, nonché la kademlia anch'essa decentralizzata.

Ma prima che sorgessero i problemi legali, le diverse comunità di internauti avevano già sviluppato con OpenNap una valida alternativa. Una versione reverse-engineered fu pubblicata come server open source. Questa rete continua a funzionare e, anche dopo il collasso di Napster, molti client utilizzano questo protocollo che sembra essere molto utile al server Napigator nello sforzo di centralizzare tutti i differenti server.

Condivisione file e diritto d'autore[ modifica modifica wikitesto ] Alcuni dei contenuti riportati potrebbero non essere legalmente accurati, corretti, aggiornati o potrebbero essere illegali in alcuni paesi. Le informazioni hanno solo fine illustrativo.

Wikipedia non dà consigli legali: leggi le avvertenze. La condivisione di file anonima è cresciuta in popolarità e si è diffusa rapidamente grazie alle connessioni a Internet sempre più veloci e al formato, relativamente piccolo ma di alta qualità, dei file audio MP3.

La condivisione di materiali coperti da copyright è ritenuta in genere illegale ma ha acceso diverse discussioni anche a causa delle diverse legislazioni in vigore nei vari paesi.

Migliori siti Torrent non bloccati e funzionanti | Maggio 2020

I problemi di fondo che gli ordinamenti giuridici hanno incontrato nel tentativo di regolamentare questo fenomeno si possono riassumere nelle seguenti quattro categorie: Il conflitto con le libertà fondamentali: La libertà personale, che comprende anche l'attuazione del File Sharing, rientra nella sfera dei diritti fondamentali assoluti previsti dalle convenzioni internazionali e dalle carte costituzionali di tutti gli Stati democratici.

In Italia, l' articolo 21 della Costituzione italiana sostiene la libertà di espressione e accesso alla cultura e all'informazione, mentre l'articolo 15 [3] sancisce l'inviolabilità della corrispondenza e di ogni altra forma di comunicazione tra privati. Questi diritti fondamentali, essendo in posizione preminente rispetto a tutti gli altri, possono essere limitati solo se vi è pericolo di violazione di diritti di pari rilevanza, tra i quali non possono essere annoverati i diritti d'autore.

La non percezione di illiceità: Lo scambio di file è oggi molto semplice da effettuare e molto vantaggioso economicamente. Insieme alle moderne tecnologie informatiche, che hanno portato gli individui a non potersi più privare di oggetti e servizi fino a poco tempo fa sconosciuti, ha rivoluzionato le consuete abitudini di vita e risulta essere in costante ampliamento, nonostante sia una pratica riconosciuta come illecita e quindi sanzionabile.

L'inesistenza di sistemi centralizzati da colpire: Il modello peer-to-peer rende difficile sanzionare la violazione del diritto poiché la rete è composta da un'infinità di soggetti, difficilmente individuabili e con diverse gradazioni di responsabilità: la posizione dell'utente che si connette saltuariamente e scambia qualche file è diversa da quella di chi viola il diritto di autore condividendo e scambiando migliaia di file, criptando dati e rendendosi non immediatamente identificabile.

Il fenomeno ebbe inizio con Napster, uno dei primi software di file-sharing presto bloccato dalla giustizia americana a causa della sua natura: non si trattava ancora di un vero e proprio peer to peer, in quanto gli utenti caricavano i file su una piattaforma comune alla quale si appoggiava il software. Per questo motivo le autorità giudiziarie non ebbero alcuna difficoltà nel trovare un capro espiatorio, ingiungendo ai responsabili del server di cessare la loro attività.

Difficoltà organizzative: I titolari dei diritti infatti trovano difficile organizzarsi spontaneamente per creare agli utenti che usufruiscono del file-sharing una licenza globale. Si trovano in una condizione definita come "dilemma del prigioniero": non riescono ad accordarsi per inventare una licenza globale e quindi rinunciano ai ricavi del mercato file sharing, oltre a porre gli utenti in una condizione subottimale [4].

La decentralizzazione è stata una risposta rapida agli attacchi delle major verso le reti centralizzate, al fine di evitare dispute legali ma anche utenti ostili. Questo implica che le reti decentralizzate non possono essere attaccate legalmente, in quanto non fanno riferimento ad un singolo individuo.

File sharing

Per tutto il e il tutta la comunità di file-sharing fu in agitazione a causa dell'azione di contrasto delle major discografiche e della RIAA. Da quel momento in poi si sono diffusi programmi di file-sharing grazie ai quali gli utenti possono condividere file senza necessariamente interfacciarsi con una piattaforma centrale, il che ha reso difficile agli ordinamenti giuridici risalire ad un unico responsabile per regolamentare il fenomeno; di conseguenza anche le azioni legali delle major discografiche sono state inefficaci.

Ad esempio, la seconda generazione di protocolli P2P, come Freenet , non è dipendente da un server centrale, come nel caso di Napster.

Inoltre, sono stati usati altri espedienti, come quello utilizzato dai gestori di KaZaA, consistente nel modificare la ragione sociale dell'azienda allo scopo di rendere impossibile o inutile qualsiasi attacco legale.

Questa evoluzione ha prodotto una serie di client aventi una funzionalità ben definita che rendono la condivisione un fatto effettivo e definito in tutti i sensi consentendo il download e l' upload libero e immune da qualsiasi attacco legale, soprattutto grazie all' anonimato e alla decentralizzazione. Nel il portale risulta comunque ricco di contenuti e in pochi secondi troverete i contenuti desiderati, a meno di ricercare file particolarmente rari e di nicchia.

KickAssTorrents Se negli anni passati era lui ad aver ereditato lo scettro di Pirate Bay, KickAss Torrents non si è ripreso del tutto dallo stop che ha avuto lo scorso anno per via delle autorità statunitensi.

La homepage del motore di ricerca torrent risulta molto più pulita rispetto al passato, sebbene le pagine dei risultati di ricerca mantengono lo stile della prima versione di KAT. TNT Village , con il suo forum, non è semplicemente un contenitore di file torrent da scaricare. Lo spirito del sito è basato sulla condivisione e sul contributo di ogni utente.

Grazie alla forte comunità ed ai tanti releaser attivi è possibile trovare migliaia di persone, ogni giorno, che rendono disponibili torrent di programmi per PC, film, libri, documentari, fumetti e moltissime altre tipologie di contenuti.